Molo sul mare Murales Tribù Giocatori di carte Cestini Flussio Manifestazione Orgosolo Donne Orgosolo Anziani seduti berritta Thurpos Anziani seduti baffi Scale
Grazie!
All'indomani del voto delle Comunali a Cagliari continuerò il mio impegno politico al di fuori delle istituzioni, come ho fatto sinora, tornerò a occuparmi di decrescita come stile di vita quotidiano e come filosofia, perché è a partire dal concetto di sobrietà che si cambia il mondo...ed anche questa è politica!
Verso una società più al femminile
Uno Stato sociale di un Paese 'civile' dovrebbe consentire ai legami familiari di continuare a svolgere la loro funzione strategica di aiuto, affiancati però da un maggior sviluppo dei servizi pubblici legati all’infanzia, ma anche da un riequilibrio dei rapporti di genere.
Uno sguardo etnografico sul cambiamento
Ripropongo parte del mio intervento al seminario “Arte e Decrescita”, svoltosi a Firenze dal 29 al 31 maggio. Il titolo di questo contributo non è casuale, “uno sguardo etnografico” indica la necessità di un approccio metodologico in grado di entrare in profondità nelle dinamiche sociali, culturali e psicologiche della società.
Per cambiare davvero il Paese
Posto integralmente le riflessioni da cui è stato tratto un mio articolo pubblicato il 19 marzo su L’Unione Sarda, sulla natura del cambiamento individuale ancor prima che a livello collettivo. L’articolo è stato recentemente ripreso, nella sua versione integrale, anche da Megachip.

Il mondo non ama i sognatori, anzi li traveste da eretici...