Arte vegetale: frutta e verdura nei quadri di una blogger inglese

di Elisa Stellacci

arte-vegetale-a.jpg

Sceglie accuratamente petali, spicchi di frutta e verdura; li dispone su fogli colorati seguendo intricati pattern e poi li fotografa per fermare il tempo in una vibrante composizione. Ogni singolo “quadro vegetale” diventerà stampa ad alta qualità in edizione limitata (50 copie), firmata a mano e segnata dal logo Amba. È la “veg art” di Amber Locke, 45 enne britannica che combina la passione per la natura con la fotografia e la cucina veganaNessuno spreco di cibo perché ogni singolo ingrediente sarà utilizzato per frullati, insalati e ricette crudiste! Grazie alle coloratissime tele anche i commensali più distratti e annoiati potranno riflettere sul loro pasto e sulla bontà degli ingredienti, testimoniata dalle rosicchiature delle foglie, dalle cromie e differenze in grandezza e forma di ogni elemento. È possibile ammirare tutte le opere di Amber, compreso la loro meticolosa realizzazione, nel suo blog e nella sua collezione Instagram Rawveganblonde.

GIOIELLI E ABITI NATURALI FATTI CON FRUTTA E VERDURA

arte-vegetale-b

IL PROGETTO DI AMBER E LA DIETA VEGANA

In formato 50×50 cm gli ingredienti dell’orto e dei prati sono un elogio alla natura, un tripudio unico di coloriarmonie e simmetrie con ombre e dettagli tutti da scoprire. Sul blog scrive con semplicità “amo la bellezza naturale degli alimenti, i loro diversi colori, forme, consistenze e caratteri. Per me frutta e verdura non sono solo importanti da un punto di vista nutrizionale, ma hanno anche una splendida estetica. È una gioia usare ingredienti belli e il mio lavoro ha lo scopo di mostrare le loro qualità uniche, far riflettere sulle mutevoli stagioni dell’anno e anche celebrare la vita sana!”. Il progetto Amba Living è legato dalla decisione di iniziare una dieta vegana e di indagare sulla varietà di sapori e alimenti esistenti in natura. L’approccio verso il cibo è festoso e creativo; decide gli ingredienti, taglia verdure, compone e inventa nuove ricette. La rappresentazione geometrica e allegra del cibo diventa un messaggio di vita: mangiare crudo dà un’energia incredibile,sapori eccezionali ed è visivamente affascinante.

arte-vegetale-c

arte-vegetale-d

NON CHIAMATELE INSALATE

Per inusuali insalate Amber usa vari condimenti: barbabietole da zucchero tagliate a rondelle per mostrare gli anelli concentrici, peperoncino e zenzero coltivati nel suo giardino, sedano e rape autunnali. Ed ancora, carote complete di radici e foglie e semi di papavero per accompagnare maionese di anacardi e insalata julienne.Ogni singolo pasto è un racconto: una zucchina regalo di un’amica della madre o proveniente dalla sua serra, un fico dimenticato in frigo… Qualsiasi ingrediente naturale può diventare protagonista della tela, sezionato e posizionato accuratamente secondo forma o colore. La presenza dei mercatini e di piccoli negozi nella comunità di Derbyshire in Inghilterra, permette ad Amber di sviluppare un’ economia creativa e visualizzarla, seppur come arte transitoria, nei suo quadri vegetali.

arte-vegetale-e

arte-vegetale-f

arte-vegetale-g

GIOCARE CON IL CIBO

Al monito “non giocherellare con il cibo” aggiungiamo a meno che, come Amber, stiate componendo deliziosi disegni! L’idea originale di queste composizioni vegane nasce, però, non dalla sua ostinata disubbidienza, ma da un “incidente felice”. Alcune verdure e frutti posti dall’artista sotto un portico sono mossi da un leggero vento, diventando un perfetto soggetto per uno scatto fotografico. Nel tempo la stessa si specializza nella progettazione meticolosa di motivi ornamentali, per poi venderli in stampe (a prezzi abbastanza elevati) ed essere intervistata da autorevoli quotidiani, come Daily Mail e Independent.

Fonte: Architettura Sostenibile

Comments are closed.