Asia e Cina scommettono sulle donne nel business

di Corrado Fontana

Ai test e nei master professionali in business administration alcuni Paesi asiatici mostrano percentuali di presenze femminili altissime, ben al di sopra di alcune medie occidentali…

Un confronto impari tra l’Occidente, già ricco e sviluppato, e alcuni Paesi asiatici – Cina in testa – nella presenza di donne ai corsi e ai master professionali di alto livello in business administration (MBA), cioè quelli da cui dovrebbe uscire il fior fiore dei dirigenti aziendali del futuro. È questo il quadro offerto da un approfondimento sul web della BBC. Secondo la principale testata d’informazione britannica mentre negli Stati Uniti si è celebrato come un successo quest’anno il raggiungimento della soglia di un 40% di studentesse negli MBA di un importante gruppo scuole di business (contro il 30% di dieci anni prima), e mentre in tutto il mondo le donne costituiscono circa il 43% dei partecipanti ai test di ammissione (Graduate Management Admissions Test – GMAT) che sono poi ampiamente utilizzati per scremare l’accesso ai master in  business, in Oriente le cose vanno assai diversamente.

Addirittura il 60% dei candidati ai GMAT sarebbero donne in Asia centrale e meridionale: una percentuale altissima, che arriva al 65% in Cina, traducendosi perciò in una massiccia presenza femminile anche nei corsi e nei master universitari, costituendo un’espansione decisa nei bacini che riforniranno di lavoratori e lavoratrici i settori dirigenziali delle imprese. Una istituzione riconosciuta come la cinese Fudan University School of Management conta il 59% di donne tra i suoi studenti full-time negli MBA. Al programma di MBA lanciato dalla Desautels Faculty della McGill University di Tokyo quasi la metà dei partecipanti è donna.

Fonte: Valori.it

Le foto presenti in questa sezione sono state per lo più ricavate da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione su questo sito, potranno segnalarlo all’indirizzo email: dafniruscetta@yahoo.it’

Comments are closed.