Sulla politica in periodo elettorale

di Dafni Ruscetta

imagesFare politica militante, in termini elettorali ancor prima che istituzionali, se non si è preparati psicologicamente, può imbruttire. E dividere le persone. Perché? Perché spesso il peggio dell’umanità viene fuori nei momenti in cui l’illusione del potere (prestigio, risorse, favori, importanza personale, narcisismo etc.) stimola impulsi e dinamiche  incontrollabili, come la competizione sleale ad esempio, spesso attuata con la menzogna. Oppure la vanità, l’egocentrismo puro che ci fa vedere solo noi davanti a noi. E che ci fa spesso agire secondo schemi di convenienza, di accettazione e di compromesso, di falsità, di calcolo personale. La politica attiva e militante, a qualunque livello questa sia ‘praticata’, è spesso logorante, talvolta lontana dal vero senso dello stare al mondo, a prescindere dalle diverse visioni del mondo. Le vere rivoluzioni, quelle permanenti, possono solo partire da uomini (e donne ovviamente) ‘nuovi’, consapevoli,  liberi…Ciò di cui parla spesso  anche Battiato nei testi delle sue canzoni.

Inoltre, la politica nel suo aspetto più ‘commerciale’ (le elezioni) impone che una persona debba piacere a molti, in un sistema che codifica in maniera molto precisa l’ideale di ‘eroe’ che le masse dovrebbero seguire e in qualche modo ‘adorare’. Per piacere a molti, quella persona deve necessariamente imparare a esprimersi secondo codici propri di quel contesto culturale, cioè dei meccanismi di ‘vendita’, di marketing politico, di convenienza o di ‘clan’ che, a seconda della personalità dell’individuo, possono anche tradursi in schemi di artificialità, di ‘finzione’.  Spesso, per riuscire nell’arena politico-elettorale, occorre avere attitudini di tipo commerciale. Capita, invece, che soggetti con personalità più riservate, introverse – ma non per questo meno promettenti e brillanti, anzi forse il contrario –  raramente riescano a emergere in questo contesto, a meno che non siano state cooptate in virtù di appartenenze  a vari cerchi magici della società.  Se non fai parte di determinate categorie socio-professionali la politica – soprattutto quella praticata a certi livelli – difficilmente può diventare un’attività per tutti…

di Dafni Ruscetta

‘Le foto presenti in questa sezione sono state per lo più ricavate da Internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione su questo sito, potranno segnalarlo all’indirizzo email: dafniruscetta@yahoo.it’

Comments are closed.